Omo .3: Commentino su Guadagnino

Ero più propensa a infilare Guadagnino nella normale categoria cinema che nella serie tematica, ma vabbeh, alla fine è uguale. (Che approssimazione! Non mi riconosco più…).
Il fatto gli è che Chiamami col tuo nome è caruccio, ma tanto caruccio, che alla fine una carezzina di consolazione ad Elio gliela faresti, un bel pat-pat sulla testa, ma poi una volta spento il fuoco davanti al quale lui si ferma meditabondo nell’ultima scena – e davanti al quale i titoli di coda scorrono – non si è verificata la mia tipica sequenza rivelatrice da #OddioMioFilmone.
Cioè: non ho sospirato, fissato il vuoto con le lacrime agli occhi e deciso che mangiare sarebbe stato, dopo un’esperienza del genere, un atto troppo volgare e insignificante. No: ho visto Guadagnino, e subito dopo ho guadagnato la mia pesca vaschetta con la lasagna.
Tradotto: okay bello, ma proprio capolavoro no dài.

guadagnino-chiamami-col-tuo-nome-3

E’ un film adolescente. Non un film per adolescenti, attenzione, ma piuttosto intriso dello spirito di quand’eravamo giovani (che ci sono per caso under 20 all’ascolto?), spericolati, pieni di vita ma anche scarichi di esperienza, di lungimiranza. Lo spirito di quando mi caricavo, prima di uscire la sera, ascoltando a ripetizione (e a volume improponibile) Tunnel of love a testa in giù sul letto, sapendo che poi avrei passato ore insieme ad L. (first love). Guadagnino smells like teen spirit, ecco.
Marcella Leonardi lo spiega assai bene, in questo post.

call-me-by-your-name.png

Si potrebbe obiettare – ma è un’obiezione da respingere senza dubbio – che la vicenda risulta, per l’anno 1983 in cui è ambientata e per il contesto in cui si verifica (Oliver, universitario in trasferta per il proprio dottorato allaccia una relazione col figlio, più giovane di lui, del professore che lo segue e che lo ospita), un tantino troppo easy: immediata, facile. Così come la comprensione e addirittura il sostegno di detto professore, Samuel, al figlio Elio.
Chiamami col tuo nome è popolato da genitori esemplari, da amici acuti e comprensivi, da amanti pieni di riguardo (cit.).
In effetti questa “facilità”, se così posso chiamarla, mi risulta personalmente estranea, ma riconosco che l’estrazione sociale è una chiave di volta più che sufficiente a spiegare e rendere plausibile il tutto: famiglia mediamente agiata, di solida cultura, che in modo vago ma tenace richiama alla mente, in una versione più alla mano, la ferrarese dei Finzi-Contini di Bassani e di De Sica.
Insomma, tout se tient.

guadagnino-chiamami-col-tuo-nome-2

E dunque sì, ben fatto, arioso e a tratti addirittura etereo come appunto è lo sguardo di un adolescente sul mondo (vedremo che succede in Cercami, seguito che sicuramente avrà anche lui la sua riduzione cinematografica).
Ma di tutto questo a me rimane per la verità molto più inciso il piacere d’aver visto i paesaggi del cremasco che mi sono familiari e cari (più un angolino di Bergamo), ritratti per altro magnificamente, e d’aver sentito parlare in modo per nulla caricaturale o falso i dialetti, di nuovo, del cremasco, ma anche del bresciano.
Toh: e il commentino s’è allungato un pochino.

Chiudo segnalando questa intervista ad Aciman e Guadagnino riportata da Gerundio Presente (gran blog, leggetelo): manco a farlo apposta, vi si citano anche Bassani e la “classe socio-culturale” dei Perlman: ma giuro che l’ho letta solo dopo averne cianciato qui!
E già che ci siamo, dallo stesso blog, una recensione degna di tal nome.

Nelle puntate precedenti:
> Omo .1: Brokeback Mountain, Ang Lee
> Omo 2.: Il compleanno, Marco Filiberti

16 pensieri riguardo “Omo .3: Commentino su Guadagnino

  1. Ammetto che Guadagnino come regista non mi piace tanto. Nella maggior parte dei suoi film dimostra di essere un ottimo regista a livello tecnico ma alla fine gli manca la sostanza. I suoi film tendono a lasciarmi quasi indifferenti. L’unico che considero il suo film migliore e che è riuscito a trasmettermi qualcosa è stato il suo remake di Suspiria. Uno dei pochi remake fatti bene (anche se considero migliore quello di Argento), con un punto di vista interessante, coreografie di danza belle e selvaggie, una regia ottima e degli interpreti strepitosi. Quello è uno dei suoi film che apprezzo veramente.
    Se ti interessa ecco la recensione: https://mymaddreams5.wordpress.com/2019/01/12/suspiria-2019/

    Piace a 1 persona

    1. Suspiria ho una gran voglia di vederlo.
      L’originale di Argento m’è piaciuto molto, nonostante io non ami affatto Argento; e se a questo ci aggiungiamo un tocco di modernità (ma solo un tocco) e Berlino, beh!
      Credo che questo sia, per ora, l’unico film da me visto di Guadagnino.
      Sarà anche perché per “colpa” di Muccino tendo a diffidare molto dei registi italiani che lavorano all’estero, o meglio negli Usa.

      "Mi piace"

  2. Non si può assolutamente vedere… è un pastrocchio di ricopiature venute male di Rivette, Bertolucci e Antonioni prese, masticate e rivomitate in un’accozzaglia informe…
    Tutte le volte che lo vedo mi viene sempre di più da prenderlo in giro!

    Piace a 1 persona

  3. Premesso che a suo tempo ho sviluppato un’avversione a pelle per questo film (ero circondata da gente ossessionata), quando l’ho visto ho messo i pregiudizi da parte e cercando di essere il piu imparziale possibile non sono andata oltre al “carino ma no”.

    Piace a 1 persona

    1. Io di solito non ho problemi a leggere romanzi da cui siano stati tratti film già visti, non solo perché spesso le modifiche sono sostanziali ma anche perché, banalmente, la ricchezza del libro non è mai rendibile completamente su schermo. Senza nulla togliere alle versioni cinematografiche in sé, che a volte sono eccellenti a volte disastrose, ma hanno una loro specifica valenza.
      In questo caso, però, la storia non mi attrae abbastanza da volerla leggere. Ciò che ho visto mi basta. E nemmeno vedrò, credo, il seguito.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...