40enalfabeto / 9

C di Carcere

Non si parla solo della lotta al virus come di una guerra, vien fatto anche il paragone tra isolamento in casa e vita in carcere.
Non mi soffermo stavolta sulla (s)correttezza dei parallelismi, sorrido invece perché ormai di letteratura carceraria ho una sia pur minima conoscenza, ed ho appunto appena letto che Gramsci, a Milano, lesse in un mese (marzo ’27 mi pare)… 82 libri. Oh, di quelli leggeri, escludendo i manuali o testi di studio, s’intende. E si lamenta pure (giustamente) che in carcere non è mica così facile leggere e studiare, per ragioni tecniche e psicologiche. Embé. Uno se l’imparava pure a memoria!
Mo’ ditemi ancora che leggo tanto, soprattutto in quarantena, con i miei 54 libri in quattro mesi. Lo so, sono peggiorata dallo scorso anno: ho già fatto fuori la quota per la media di un libro a settimana, e se nel 2019 la media è stata di due alla settimana, continuando così terminerò il 2020 avendone letti tre alla settimana.

Ad ogni modo, per tornare al carcere – quello vero: se morite dalla voglia di leggere un’autobiografia da avanzo di galera che non sia un mero resoconto ripetitivo, né una sbobba astratta condizionata dalle ristrettezze ad evadere mentalmente, consiglio con calore L’università di Rebibbia di Goliarda Sapienza.
E’ roba buona.

I di Idraulico

E’ stata un’emozione grandissima.
L’idraulico! A casa, anzi in casa mia!
Di questi tempi, una visita è un evento eccezionale, e per di più il tecnico è caruccio, oltre che conversevole. Lasciamo perdere che baita mia era un cesso, e che ho pure fatto una gaffe (mi diceva che anche se la casa è grande, mi tornerà buona se mi sposo. Ed io ho capito se lo sposavo, cioè nel caso avessi sposato lui. Ahem. Com’era quella cosa dei lapsus freudiani?).
L’ho amato ancora di più quando mi ha dichiarato che la fattura era di euro 60, anziché 90 come mi aspettavo. Forse non era anno di cambio filtro.

M di Montagnier

L’hanno schernito tutti perché, nonostante l’antico Nobel, pare si sia rincoglionito negli anni finendo a supportare ogni genere di teoria para-scientifica.
Adesso però, guarda guarda, si comincia a sentir parlare di studi sul virus occultati e censurati. Di caratteristiche non attribuibili esclusivamente a mutazioni naturali. Ecc.
Forse, chissà, qualcuno scoprirà che un allarme non è una pubblicazione peer-to-peer (meccanismo che per altro ha i suoi bei difetti grandi come Zeppelin), e che anche un orologio rotto segna l’ora giusta una volta al giorno – anzi, due, se è analogico.

N di Naso

Non ne posso più.
Non della quarantena, di quelli che vanno in tv (e che vedo per strada, ma quelli in tv, specie se hanno ruoli pubblici, li detesto proprio) con la mascherina chirurgica tirata sulla bocca ed il naso al vento.
Bravi, avete capito tutto.
Continuate così.

31 pensieri riguardo “40enalfabeto / 9

  1. C: non posso che pensare (e scusa se divago un po’) a quanto sia malfattore lo Stato prima ad assegnarti una pena (in maniere spesso discutibili) e poi ad appioppartene una maggiorazione (del tipo che lui può delinquere tu comunque no).
    I: non posso credere che anche tu alla fine sia caduta sotto l’in-flusso di un idraulico! Gente che spesso neppure ci capisce un tubo! Gente di cui se ne dicono tante… Ma no, tu niente: basta che ti salva dall’esondazione e diventa un principe azzurro! Poi non ti lamentare se torna con la scusa di aver dimenticato una chiave inglese… 😀
    M: sai qual è la cosa “bella” dell’origine del coronavirus? E’ che, sia se è stato creato in laboratorio oppure derivi dalla deforestazione e gli allevamenti intensivi, la sostanza non cambia: è sempre colpa dei governi del mondo! 😛
    N: voglio vedere la polizia che fa le multe a tutti quelli che, in tv, in luoghi pubblici chiusi, non indossano la mascherina e non tengono le distanze a norma di legge. Voglio vedere che vanno dai giornalisti e li multano. Voglio vedere che vanno da borrelli e lo multano. Voglio proprio vedere… (sì, cor ciufolo)

    Piace a 2 people

    1. C: oh beh, come divagazione non va decisamente troppo lontano. Se vogliamo restare in tema Covid, basta pensare al fatto che, in un frangente disastroso come questo, non solo lo Stato sta facendo di tutto per evitare di impiegare soldi a fondo perduto, propinando invece agli imprenditori (a chiunque) prestiti ossia debiti, ma per di più di resistuire i crediti dei cittadini verso lo Stato non se ne parla proprio. Per retorico che sia, è innegabile che se sei in debito (di una tassa o di qualunque altra cosa) ti saltano addosso la mattina dopo la scadenza e con decisione, se al contrario hai un credito, puoi fargli ciao ciao con la manina.

      I: ma va là! Non sono come sia la media degli idraulici, ma io conosco solo il mio (ottimo professionista e pure onesto) e quelli delle barzellette che insidiano le casalinghe 😀 Ne deduco che tu abbia avuto esperienze, ehm, meno felici?

      M: già.

      N: ma come sei carino. Io avrei detto “cor cazzo”. ma “ciufolo” è simpatico, spero non sia qualcosa di imbarazzante – ahah XD

      Piace a 2 people

      1. C: quando vuoi trovare un nuovo modo per parlar male dello Stato, passa qui, babie! 😉
        I: see, mo non me dirai pure che t’ha fatto… [gelo che scende in sala] …LO SCONTRINO O LA RICEVUTA, EH?! Perché non mi convincerai mica di aver incontrato questa figura mitica che si sussurra che debba esistere da qualche parte, compare e scompare, qualcuno dice che l’ha avvistata, ma sempre in giornate nebbiose…
        Per quanto riguarda le mie vicende personali, meglio stendere un velo pietoso. Dirò solo che lui aveva il tubo dalla parte del manico… e questo ti basti!
        N: no, non mi risulta che ciufolo possa avere diramazioni imbarazzanti. è un po’ come acciderbolina. gosh (pensalo in inglese) e porcozio. Quella famiglia lì, inventata appositamente per non esser squalificati quando entri nella casa del grande fratello e ti parte un’imprecazione non troppo prevista.

        Piace a 1 persona

        1. Ma questo non ti ha impedito di chiedergli di sposarti… 😀
          Ma ti capisco, alto, bello, muscoloso, idraulico, magari pure un po’ meccanico, elettricista… Mettendoti con lui ti saresti sistemata e poi, se è vero quel che si dice sugli idraulici, te ne saresti giovata anche da quel punto di vista. Ah, furbacchiona! 😀

          Piace a 1 persona

        2. Modestamente 😁
          Ehm, no; è molto, molto strano, ma è un tappetto. Come me (vabbeh, un pochetto meno di me). E’ accaduto una sola altra volta nella mia vita che mi piacesse uno basso, ed in entrambi i casi parliamo di uomini pelati. L’ammmore 😍 🤭
          Diversamente, senza pelata, quelli bassi non li vedo nemmeno.
          (Comunque, se andiamo avanti su questa falsariga, mi sa che torno a parlare di fascismo ahahahahah).

          Piace a 1 persona

        3. Dunque sei tappetta! *-* Del tipo? 1,60/65?
          No, a me i pelati tendono a non piacere. Nonostante questo una volta mi sono rasato a zero pure io…
          E voglio sgombrare subito il campo da un discorso che aleggia nell’aria… I pelati non sono più virili! E’ una boiata che ha messo in giro il primo grande pelato! Già, proprio lui! No comment! Pure su quello mentiva!

          Piace a 1 persona

        4. Ehggià! Diciamo 1,60… meno qualche altro centimetro, ahi. Tipo 8… -.- -.- -.-
          Ora siccome sono una person(cin)a molto dignitosa glisserò sull’argomento e non mi umilierò sostenendo che nella botte piccola c’è il vino buono (che comunque è vero), passerò oltre 🤷‍♀️

          Vedi però che pelato e rasato non sono la stessa cosa: nemmeno se uno se li leva con la lametta, no no. Il pelato originale, quello vero, lo si riconosce a fiuto 😉
          La superiore virilità dei pelati è un pregiudizio privo di evidenza scientifica, ma si può comprendere com’è nato 😁
          Francamente non so perché mi attirino, ma al di là del discorso altezza mi piacciono quasi tutti… dal Lex Luthor smallvilliano a Crosetto ❤
          Ma davvero non ti piacciono?! Neanche in lattina?! XD

          Piace a 1 persona

        5. Allora sei davvero una bambolina! ❤ Tra l'altro le ragazze così bassine, oltre a comunicare tenerezza, in qualche maniera è come se si mantenessero più giovani… Per questo, su certi siti hot, vengono spudoratamente fatte passare per bambine… 😀
          Che pessimi gusti che hai in fatto di uomini (Lex mi piace solo quando Superman gliele suona ;-))
          No, i pelati non li digerisco (ma se femmine carine si possono fare delle eccezioni).
          Mi sfugge il riferimento alla lattina… Boh?

          "Mi piace"

        6. Eh, bella roba (i siti).
          Non so cosa ci sia di vero, ma in effetti mi hanno sempre attribuito meno anni di quanti ne ho (a volte con mio sommo scorno: come quando mi sono presentata in segreteria nella scuola elementare in cui dovevo seguire un bambino disabile, e mi hanno chiesto in che sezione ero… lasciamo perdere!).

          La lattina è quella dei pelati in scatola 😉

          Piace a 1 persona

        7. Mi hai ricordato un paio di divertenti aneddoti sull’età. Alle superiori un mio amico che gli anni se li portava male venne scambiato per… il bidello! 😀 Dieci anni fa mi trovavo in compagnia di una collega di lavoro, più grande di me di 10 anni. Un farmacista ci scambiò per… madre e figlio. A mia discolpa posso dire che quando mi faccio la barba sembro molto più giovine! 😉

          Piace a 1 persona

        8. A parte quelle che già mi hai detto? Interessante.
          Comunque domani ti scrivo, ergo aggiungerò probabilmente qualche altro tassello. Ma forse intendevi fisicamente… già ci metto la faccia, non esageriamo 😆

          Piace a 1 persona

  2. La media resta comunque ragguardevole, non crucciarti. In merito all’idraulico ribadisco la diagnosi di ieri. Ho visto anch’io gente che lascia il naso a prendere aria, probabilmente usano la mascherina come protezione per la fiatella da aglio. Mi rendo conto che forse la TV più che fare la conta dei morti doveva fare un po’ più di formazione: come si indossa, come si toglie… ormai è fatta

    Piace a 3 people

    1. Oh, sìsì. Da oggi comunque prenderò Gramsci ad esempio quando mi sentirò chiedere “Come fai a leggere tanto?”, infatti si dà il caso che il parallelo tra carcere e quarantena (o per quanto concerne il mio caso, cella monacale) sia stato propalato dai media, e nessuno può ignorarlo 🙂

      La fiatella! Vedi, ora capisco tutto… ed io che avevo mal giudicato quegli innocenti! 😀

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...