40enalfabeto / 10

Lo so, in teoria la quarantena nazionale generalizzata è terminata, ma di fatto il virus resta in circolazione – o come dicevano stamattina le mie sportelliste in posta, facendo il verso ai propri “compatrioti”: il virùss. Voi lombardi scendete al Sud a portare ‘o virùss -, le sportelliste veterane qui son quasi tutte meridionali trapiantate da tempo.
E dunque.

AC di Assistenti Civici

Non sarò io a dipanare la matassa di un’idea nata male, cresciuta peggio e, forse, già abortita. Ma una cosa l’ho pensata: se fossero partite, se partiranno, queste squadre di assistenti volontari (e questo per me già cozza contro la possibilità che vengano reclutati dalle liste di percettori del reddito di cittadinanza: che volontario è uno che viene coartato? Chi rifiuta si vedrà depennare una delle tre chance lavorative?), trovo sarebbero del tutto assimilabili alle famigerate “ronde”, poi rinominate “controllo di vicinato”.
Nessuna autorità, nessuna responsabilità, e sempre un passo indietro limitandosi (in teoria…) a segnalare situazioni irregolari o sospette alle forze dell’ordine: non discuto di queste l’utilità o la pericolosità, tuttavia tutta l’enfasi messa dai promotori (Boccia ed il presidente dell’ANCI) nel negare che di ronde si tratti mi pare ridicola. Così inconsistente che si sono dovuti risolvere, dopo il solito bisticcio interno al governo, a negare tutto ed attribuire a questi potenziali assistenti compiti completamente diversi, per altro già svolti da numerose associazioni, di aiuto-spesa agli anziani non autosufficienti innanzitutto.

M di Mascherine (II)

Che le chirurgiche non proteggono dal virus (da nessun virus, non soltanto il covid) dovrebbero ormai averlo capito anche i sassi. Naturalmente non è così, ma facciamo finta di sì.
Dato però che le ffp2-3 non solo costano parecchio di più, ma se ne trovano anche pochissime, che deve fare un povero cristo che vuole tutelarsi ma non trova nulla di meglio?
Un’idea potrebbe essere questa, che adotto io: indossarne due.
Non per rinforzare l’azione filtrante delle stesse (non funziona così, ed anzi si respira meno bene), ma per sfruttarne entrambi i lati. Il lato, o faccia esterna, infatti, lascia passare l’aria con tutto ciò che contiene, virus incluso; mentre la faccia interna trattiene il respiro non lasciandolo fluire, con le particelle che trasporta, verso le altre persone.
Per questo, semplificando troppo, sentite dire che le mascherine chirurgiche proteggono gli altri da chi le indossa, ma non chi le indossa dagli altri.
Indossandone due:
– la prima aderente al viso ribaltata, cioè con il lato esterno, di solito azzurro o comunque colorato, a contatto col viso e la parte filtrante di fuori;
– la seconda, posata sulla prima, diritta, cioè col lato esterno colorato lasciato scoperto;
si ottiene di filtrare non solo il proprio respiro impedendo che arrivi ad altri, ma anche il respiro di chi si avvicina impedendo che passi attraverso il tessuto e ci raggiunga.

RCP di Rianimazione CardioPolmonare

Di nuovo: tanta polemica per l’indicazione di non praticare la respirazione bocca a bocca, ma soltanto la rianimazione cardiaca, su chi dovesse averne bisogno; scandalo e stracciamento di vesti; preoccupazione e indignazione perché, dicono, evitare il contagio sembra più importante che salvare vite… e a me cascano le braccia.
Perché tanto la polemica quanto l’indicazione stessa sono INUTILI.
E lo sono perché da ANNI (non so di preciso quanti, ma parliamo di qualcosa già valido nel 2011, quando mi fu spiegato all’università), la respirazione assistita, con l’eccezione dell’uso del pallone ambu se disponibile, non è più parte della prassi di rianimazione. Addirittura, è sconsigliata. 
Se non siete sanitari o, comunque, non avete un ambu a portata di mano, NON dovete praticarla, punto. E’ sufficiente allineare trachea e bocca inclinando leggermente la testa della persona all’indietro, la quale se la rianimazione è ben fatta riprenderà da sé la respirazione; e preoccuparsi solo di quella.
La quale, tra parentesi, dovrebbe avere il ritmo – se riuscite a starci dietro! – di Staying Alive. Non si nasce Bee Gees, ma si può sempre provare ad imitarli…

2 pensieri riguardo “40enalfabeto / 10

  1. AC: beh, sì, sono spie, delatori. Consiglierei agli anarchici di aderire per sabotarli (eh! eh!). Ormai siamo entrati in una spirale folle. Ci sono state propinate un mucchio di cazzate tutte assieme e ormai è impossibile difendersi da tutte. E queste sono cose tipicamente italiane. Non credo che gli altri paesi siano messi così male. Qui facciamo le cose in maniera che scientificamente non funzioni nulla! Tutto campato per aria. Leggi improvvisate che generino sempre confusione interpretazioni varie. Insomma, uno schifo totale.
    M: nessuno ti toglie la genialità dell’idea ma credo che la cosa non sia stata proposta prima perché non tutti sopportano due mascherine. Io per esempio non ne sopporto neppure una (e mi chiedo se prima o poi questo rappresenterà un problema)…
    RCP: è chiaro che se uno sta per morire affogato gli si deve fare la respirazione bocca a bocca. Anche qui vedi primo punto: il livello di incasinamento patologico è assurdamente elevato per star dietro a tutti questi minchioni.

    "Mi piace"

    1. AC: che poi sarei curiosa di vedere come li selezionerebbero.
      Perché se reclutano tutti i volenterosi indistintamente, inclusi quelli che vanno in giro col naso fuori dalla mascherina…

      M: verissimo, purtroppo anche una chirurgica alla lunga richiede uno sforzo respiratorio non indifferente. Chi non potrà schivarla stando a casa o lontano dagli altri (sanitari in primis, ma non solo) ne uscirà coi polmoni sfibrati.
      quanto all’idea, vorrei essere d’accordo con te, ma considerato il livello di preparazione degli esperti a cui ci stiamo affidando (con chiare e cristalline eccezioni), francamente dubito che qualcuno si sia dato la pena di fare analisi approfondite -.-

      RCP: in caso di annegamento in realtà non mi risulta che le linee guida cambino, salvo ovviamente verificare se ci sia acqua nelle vie aeree superiori e farla defluire.
      Il massaggio cardiocircolatorio è considerato più essenziale, e se si è da soli non va MAI interrotto – per cui, anche volendo fare la respirazione, è possibile solo se qualcun altro è presente e la sa fare.
      Ad ogni modo, come hai scritto, il problema a parte la diffusione consapevole di ignoranza è proprio che questi, che dirigono la baracca, non sanno da che parte sono girati. Ed i risultati si vedono.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...