Decluttering .8: Cose preziose

Alla fine, per andarsene davvero e lasciare una casa senza rimpianti incolmabili, bastano poche cose selezionate; quelle che “ci chiamano”: la libreria di papà; la lucciola giocattolo che si illumina, regalo della nonna paterna; le fedi dei genitori; il berretto da lavoro dell’Agip di papà e un vecchio contenitore di profumo, vuoto, di mamma.
Tra i mobili di casa la macchina da cucire Necchi; e poi, soltanto, il lungo tavolo di legno massiccio in cantina con la panca: camere, cucina su misura, salotto e arredo dei bagni può prenderli chi vuole.

Un giorno le radunerò davvero, queste cose (mobili a parte), per rendermi conto di quanto spazio prendono le mie. E getterò le basi per un vero, futuro trasloco.

3085799_0

24 pensieri riguardo “Decluttering .8: Cose preziose

  1. Il mio sogno è vivere in un grande open space con soffitti alti, pochi mobili (magari tutti richiudibili con ante scorrevoli), con tanta aria da respirare! In cui si può star chiusi dentro, sia d’inverno che d’estate per intere mezze giornate!

    Piace a 1 persona

    1. Mezze giornate? Diciamo pure dai due giorni alle due settimane! 🙂
      Se divento ricca, la prima cosa che faccio è comprare (sull’unghia) un open-space per noi. La seconda, è arruolare una donna delle pulizie (ne avrei già una di mia fiducia).

      Piace a 1 persona

        1. Eh, pure casa mia è sempre più spoglia, ma la polvere ti assicuro non manca!
          Facciamo che noi puliamo le cose che usiamo, tipo lavandini e vasca, la cucina… rassettiamo un minimo il letto… ma per la pulizia di fino non muoviamo un dito! Che dici?
          (Comunque, al prossimo giro tutto quel polverame che c’è in bagno lo faccio sparire. Solo lì, giuro).

          Piace a 1 persona

        2. Ah beh, ci credo che quando entri in bagno tossisci a ripetizione… è il paradiso della polvere!
          Anzi, può persino darsi che King si sia ispirato a voi per creare i suoi “riccioli di polvere” in Dolores Claiborne… (troppo cattifa? 😉 )

          Piace a 1 persona

        3. Ma che caaaattiva! Sei in grande abbaglio!
          1) il bagno è meno polveroso di quanto credi! E se il lavandino ti è sembrato poco splendente non è stato perché non l’avevo pulito ma perché non ho usato prodotti come la candeggina in grado di farlo risplendere. Ma ti assicuro che era pulito prima che venissi!
          2) La povere sulle finestre era inerte. Figurati. Sta lì da anni e non ha mai arrecato alcun disturbo a nessuno.
          3) Se c’è la polvere, non tossisco, starnuto!
          4) E in bagno tossisco forse per una questione inconscia: finché sono di là con te me la tengo, la tosse. Ma io ce l’ho sempre la tosse, e ce la continuerò ad avere finché abiterò qui, o meglio sarò soggetto a respirare l’aria che mi fanno respirare.
          Tutto chiaro?
          Spero che mia madre non legga mai il tuo commento!

          Piace a 1 persona

        4. Dài 😘
          1) ma certo, io mi riferisco agli oggettini davanti e attorno al lavandino, per esempio, non al lavandino stesso 😉
          2) la polvere inerte mi suona tanto come l’amianto inerte: poverino, sta lì immobile, che danno vuoi che faccia? 😋
          3) massì, lo so: ti provocavo. (Comunque la polvere può anche far tossire, eh).
          4) Sì, questo l’ho pensato anch’io: più o meno inconsciamente cerchi di farlo notare meno quando sei con me. Ti abituerai… 🙂
          In ogni caso, prima o poi, ti rapisco e ti porto via da lì. Anche solo in un’altra zona di Roma, non dico in Padania (ahahah!). Devi stare bene. Punto.

          (Se tua madre ha qualcosa da dire, pulisca prima di parlare.
          Mo’ che je faccio pure un favore, e non la sto criticando – pure io ho casa che fa schifo, in particolare i pavimenti – ma evidenziando una situazione oggettiva.
          Poi io voglio farlo per gusto mio, mica per mandare messaggi subliminali da casalinga frustrata 😋 Capito mi hai, mamma?).

          Piace a 1 persona

        5. 1) gli oggettini sono più inutili soprammobili che veri oggetti di uso quotidiano (per questo hanno la polvere). E per questo io non li pulisco, perché oltre a non usarli, li vedo come uno spreco di energie (se li pulisco), perché io lì non ce li avrei mai messi!
          4) sono stato in terrazza durante una brace-incendio. La qualità dell’aria era già molto migliore. Se solo abitassi all’ultimo piano del mio palazzo già vivrei molto meglio! Per dirti… Nessuno dice mai che la qualità dell’aria ai piani inferiori è nettamente peggiore di quella ai piani superiori. Tu a che piano stai? E quanti ne hai sotto e quanti sopra?

          Si spera che mia madre non legga mai il tuo blog e al limite si fermi al mio, se proprio vuol ficcanasare! 😉

          "Mi piace"

        6. Sono al primo piano, non ho nessuno sopra e solo un appartamento sotto (anzi due, perché la metratura è suddivisa su due appartamenti diversi al piano terra).
          I tizi di sotto fumano, e pure quelli di fianco, ma onestamente non ne sento l’odore (anche se non fa testo, perché sappiamo che sono molto meno sensibile). Comunque solo paine, non droghe.
          Ogni tanto d’estate fanno un barbecue in giardino all’angolo di casa, quello si sente e sicuramente ti darebbe fastidio anche se è un odore normale, ma capita a far tanto due volte per stagione (quest’anno, nemmeno quelle).
          Infine c’è un odore particolare di bruciato la notte, ma entra dalla sola finestra del bagno grande, e basta chiuderla per non sentirlo: sospetto, ma non ne sono certa, che venga dal condizionatore che sta proprio lì sotto.

          Piace a 1 persona

        7. Perché è circoscritta, non dispersa nell’aria attorno alla casa. La si sente solo da quel lato.
          Per questo penso si tratti del condizionatore, altrimenti non saprei proprio quale ne sia l’origine 🤔

          Piace a 1 persona

        8. Sono sicuro che lo scoprirò. Ma poi mi sa tanto che mi incazzerò con qualcuno lì… Ma da quanto va avanti? Si sente solo d’estate? Dura tutta la notte e il giorno non c’è?

          "Mi piace"

        9. Solo di notte e d’estate.

          No, anche se fossi certo della provenienza NON ti incazzeresti con nessuno direttamente, creerebbe solo guai. E in ogni caso prima di arrivare a discutere per cose del genere bisogna che si superi un limite che pongo molto in alto.
          Inoltre lo sento perché entro a chiudere la finestra ma, altrimenti, nemmeno me ne sarei accorta.

          Piace a 1 persona

        10. Da qualche parte viene. E lì c’è qualcuno che sistematicamente rompe il ca$$o, sapendo di farlo. Una delle cose al mondo che mi fa più incazzare è recarmi in un posto nuovo e anche lì trovare uno stronzo che accende il fuoco.
          Comunque prometto di mantenere i nervi saldi. Ma se io la percepirò quella puzza dovrò andarmene da lì, capisci? O io o la puzza.

          "Mi piace"

        11. Amore, ti garantisco che non la si sente.
          E non è nemmeno detto che loro lo sappiano, visto che è una cosa esclusivamente notturna e circoscritta: dubito sia opera umana volontaria, non sarebbe così costante.
          Adesso, da bravo, pensa alle puzze tue che ne hai già abbastanza 😉
          E vedrai che quando verrai tu sarà passata anche quella.

          Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...