Decluttering .14: Kaputt!

Dedico questo post all’Arrotino.
Con amore (profondo) e furore (iconoclasta).

Era una notte serena e nebbiosa. La donna camminava sul sentiero con passi ovattati dalle pantofole, osservando rapita il paesaggio avvolto nel biancore: il salice tanto familiare assumeva in quell’atmosfera lattiginosa un aspetto spettrale, bellissimo.
Giunta al cancello, lo aprì, gettò il grande sacco giallo in mezzo agli altri rifiuti che sarebbero stati prelevati l’indomani, e sospirò di sollievo. Entro poche ore gli addetti alla nettezza urbana si sarebbero occupati di smaltire il frutto del suo lavoro, e nessuno avrebbe notato che dentro quel sacco si celava un cadavere erano raccolte trentasei vecchie ciotole.

Ecco, è andata più o meno così: l’altra sera stavo cazzeggiando tra Report e i talk politici, e ad un certo punto, non avendo ancora voglia d’andare a letto, verso mezzanotte m’è scattata una molla improvvisa. Mi sono messa ad aprire ante e cassetti di cucina – alcuni ancora non li avevo affrontati -, ho svuotato il loro contenuto su tavolo e divano, e via di decluttering (altrimenti noto come repulisti).
Cosa ho buttato?

6 tovagliette di plastica (usate da mia mamma come fondo dei ripiani),
1 in tessuto
1 cestino di paglia
vari coperchi di plastica appartenenti a ciotole non più possedute
soprattutto, 36 ciotole piccole-medio-grandi di plastica, più 2 di metallo

.
1 pelapatate arrugginito (ne avevo già un altro pronto all’uso)
1 spatola di plastica, 1 di legno
1 forbice, due tappi per bottiglia “automatici”
2 taglieri di legno
1 apriscatole
2 apribottiglie
1 rotella per pizza
1 divisore per posate, in plastica
1 “cucchiaio” da cocktail in plastica
6 cucchiaini di plastica
3 coltelli, 2 cucchiai, 12 cucchiaini, 6 forchette, 1 forchettina inox

.
E siccome quando sono andata in bagno ero troppo su di giri,
ho aperto anche lo sportello dei detersivi e buttato:
4 portasapone di plastica
3 spazzole
1 sapone di Marsiglia consumato
il contenitore di questa roba (scatola di cartone)

Di seguito un paio di foto che, mi pare,
rendono bene l’idea.
Warning: siete liberi di imitare a casa.
Professionisti si diventa 😉

21 pensieri riguardo “Decluttering .14: Kaputt!

    1. Ahah, sì quella sì 😉
      Ma come vedi il paralume, che era bruttino e soprattutto ostacolava la luce, se n’è andato (da mo’). Mi piace avere la lampadina nuda per leggere.
      L’Arrotino, però, non la ama perché gli impedisce di pisolare. Così mentre è qui abbiamo adottato uno di quei porta-tablet inclinati come schermo.

      "Mi piace"

    1. Ma magari, mio caro!
      Sembra una battuta, ma non sai quanto mi ci divertirei ❤
      (Tra l'altro ho già fatto qualcosa di simile, anche se molto più ridotto, a casa di un amico. Peccato non poter applicare questa tendenza su larga scala, anche lavorativa, dato che se avessi a che fare con persone che non conosco non mi ci troverei più).
      Resta che quando mi trovo in casa d'altri, in via puramente immaginativa, fantastico di come interverrei su ogni singolo oggetto o angolo 😁

      Piace a 2 people

    1. Thanx 😘

      Non è un caso. Dopotutto sono una minimalista 😉
      Ne sono rimaste parecchie, e quelle che ho scartato le avrei in ogni caso, piuttosto, sostituite (magari cambiando materiale). Il risparmio è un fattore importante, ma non il principale.
      Piuttosto, nel bagno grande – con la vasca – pensi che i due spazietti che ti ho dato siano sufficienti, o a lungo termine potresti aver bisogno di altre superfici? (Puoi rispondere anche per messaggio). Sto modificando qualcosa anche lì.

      Piace a 1 persona

    1. Ostrega! (Come diremmo qua) 😀
      Che bottino… da vendere subito.
      A ciascuno i suoi eccessi… io (avevo) cancelleria in ogni dove. Mancava solo in bagno. E la cancelleria è una mia passione, eh, se voglio fare un piccolo “investimento” me la concedo tuttora e va bene così. Però avendone troppa, vecchia, sparsa in giro, prima non me la godevo neppure.

      Piace a 1 persona

    1. Esatto… quando credi di aver falciato praticamente tutto il superfluo, spunta qualcos’altro che attira la tua attenzione… (è il risultato di 40 anni di vita di famiglia).

      "Mi piace"

        1. Thanx!
          In realtà in questa casa ci siamo da 23 anni, ma ho calcolato più o meno dall’appartamento precedente, da quando mio fratello aveva poco meno di dieci anni. E qualcosa sarà arrivato da ancora più lontano… ma per lo più gli oggetti sono appartenuti a questi ultimi due.

          "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...