Sentore di mare

Ore quattordici e trenta. Siamo seduti sulla nostra panchina abituale, nel parchetto sotto casa, libri aperti in mano. È la nostra seduta di relax al sole, sia pure invernale, che è da tenere caro – soprattutto in questa grande valle di grande inquinamento.
Dopo svariate pagine, faccio pausa appoggiandomi alla tua spalla.
Hai ancora il giubbino di jeans, e sarà un caso o sarà che l’hai indossato a Ostia mesi fa (per me, è un caso, un caso bellissimo), oggi odora di mare. E te lo dico.
“Sai di mare”.
Sai sempre di buono, ma oggi sai proprio di mare: salsedine, brezza tesa, corpi di animali marini pieni di sabbia, e poi anche crema solare, quotidiani freschi di stampa, il profumo plasticoso dei materassini gonfiabili e quello di spuntini semplici ma da acquolina – un accenno di tramezzino con tonno e uova.
Ti mangerei!
Ma mi limito ad affondare il naso in tutto questo ben di Dio, ed a farmi cozza sullo scoglio che sei per me.

16 pensieri riguardo “Sentore di mare

        1. Ciao Fritz ❤
          Ti saluto (e a proposito, buon anno nuovo) e ti ringrazio della premura: in realtà sono solo stata presa da altre cose e, soprattutto, duole dirlo ma devo, sono diventata estremamente svogliata!

          Piace a 1 persona

        2. Capisco che ci siano dei momenti di “stanca”. E’ normale. Dopo tutto i blog sono dei momenti di svago, non di certo dei posti di lavoro in cui bisogna essere “regolari. Mi ha fatto piacere risentirti comunque. Una bella settimana.

          Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...