La domenica perfetta

Dormo quindici ore, dalle 20.30 alle 11.30. Volevo in realtà resistere un po’ di più del solito e leggere, quest’unica sera che so non dovrò alzarmi ad un’ora prefissata, ma la stanchezza accumulata incombe ed io le cedo. E’ stato un toccasana: mi alzo con muscoli rilassati, efficienti. Ogni tanto, o anche poco, ci vuole!
Subito dopo, bagnetto bollente – o meglio: il mitico “bagno-doccia” che Marito mi ha insegnato a fare. Consiste, semplicemente, nel riempire per un terzo o al massimo metà la vasca d’acqua calda ma con una vena d’acqua fredda che fa molto piscina, per potercisi lavare sia il corpo che i capelli in una botta ma anche, soprattutto, adottare due comportamenti alquanto rilassanti e divertenti: sdraiarsi sul fondo con la schiena e la faccia in emersione, oppure al contrario lasciarsi galleggiare come al mare. Piacevolissimo non sentire il peso del corpo che tanto mi grava addosso costantemente.
Dopo pranzo usciamo entrambi: lui sulla panchina nel parco, io che lo guardo dal balcone. Il sole riscalda bene anche dietro lo spettacolo delle nubi grigiazzure in rapido movimento, c’è una brezza non eccessiva che pulisce la mente. Un clima autunnale cui si addicono tanto le letture scelte quanto il film del pomeriggio.
Giornata bellissima, ancor più del solito.
E ad attendermi, fra poco, ci sono patate americane dolci al forno ed un buon thè caldo. La nuova settimana comincerà con lo spirito giusto.

Pubblicità

5 pensieri riguardo “La domenica perfetta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...