La panchina sotto all’ippocastano

C’è una panchina grigio chiaro, sotto all’ippocastano più bello del giardinetto di fronte al Pronto Soccorso di Poliambulanza a Brescia, che spicca sulle altre più scure. È quella sulla quale mi sono sdraiata l’ormai già lontano 22 febbraio 2019, per spezzare un momento l’infinita e dolorosa attesa di notizie sullo stato di mia madre, che […]

Read More La panchina sotto all’ippocastano

Abbondanza

Svegliarsi col sole – stabile, non quello peregrino che gioca a nascondino – e avere 37 anni. Trovarsi di fianco l’uomo della tua vita, che sembra appena apparso e invece è già quasi un anno. Piadina mozzarella e radicchio per pranzo, gnocchi con solo un filo d’olio per cena t’aspettano. Una scatola piena di regaletti […]

Read More Abbondanza

Sogni .27: L’amore è cieco

Sono a Roma, a casa dell’Arrotino. L’ambiente non è quello reale, sa di appartamento nuovo ancora da arredare ed affittare, e nelle stanze si alternano i toni del bianco e del blu (non alle pareti, ma piuttosto nella luce che vi si diffonde: un blu che vela tutto di tristezza. Forse un blu-separazione, dacché sto […]

Read More Sogni .27: L’amore è cieco

Primavera in cucina

È una cosa piccola, davvero piccola, come tutto ciò che richiede allenamento non mi durerà – per riemergere poi nuovamente a più riprese in futuro. Ho preparato un sughetto per la pasta, ieri – cavoletti di Bruxelles, aglio, olio, Grana Padano e noci: una specie di pesto alternativo – e per due volte mi sono […]

Read More Primavera in cucina

Veglie

Ti sei subito abituata ad aver qualcuno che ti dorme accanto, che dorme e tu vegli.Come i gatti che vegliano sul mondo, un mondo che non bada loro ma ne ha desiderio.

Read More Veglie

Detriti

Sabato avevo tutta l’intenzione di farmi un bagno e lavarmi i capelli. Problema: mi trovo a casa dell’Arrotino fino almeno al 25, dunque non a casa mia. Dunque in certa misura come sospesa, profuga, seppure in generale a mio agio. Avevo superato la repulsione che da soggetto ossessivo-compulsivo con fobia di contaminazione provo per i […]

Read More Detriti

Sogni .22: Trasparenze

Due sogni distinti anche se consecutivi, la notte scorsa, ed entrambi han visto la presenza costante dell’Arrotino. Nel primo il Master, P., ripiombava a secco nella mia vita come sempre ha fatto e come niente fosse. Ma quando accidenti smetterà di scassare la minchia in sogno?Ovviamente io ne ero entusiasta e, ovviamente, lui mi deludeva: […]

Read More Sogni .22: Trasparenze

Decluttering .14: Kaputt!

Dedico questo post all’Arrotino.Con amore (profondo) e furore (iconoclasta). Era una notte serena e nebbiosa. La donna camminava sul sentiero con passi ovattati dalle pantofole, osservando rapita il paesaggio avvolto nel biancore: il salice tanto familiare assumeva in quell’atmosfera lattiginosa un aspetto spettrale, bellissimo.Giunta al cancello, lo aprì, gettò il grande sacco giallo in mezzo […]

Read More Decluttering .14: Kaputt!