Un mezzo per un fine

L’Arrotino mi citava, l’altro giorno, il minimalismo – quando gli ho raccontato di una divertente ed illuminante discussione in un gruppo Facebook dedicato.In seguito mi sono sorte due precisazioni che avrei voluto fargli, e che ho deciso di annotare brevemente qui perché sono di interesse generale, ed anche perché scriverle aiuta me a focalizzarle. Primo. […]

Read More Un mezzo per un fine

85, 31

A casa del mio compagno, l’ormai noto Arrotino, mi trovo relativamente a mio agio – relativamente perché, da ossessivo-compulsiva nonché amante dell’ordine, della pulizia e della comodità, ogni ambiente sul quale non ho controllo e che si distanzia anche di poco dal mio standard minimo rappresenta pur sempre un mondo parallelo, per la mia sensibilità.Mi […]

Read More 85, 31

Film .21: Suicide Squad, David Ayer

Bene bene bene. Come pianificato, me lo sono rivisto – e sì, avevo gli stuzzichini cariogeni! Non che fossero necessari: all’alba dell’ora e trenta di timing, quando ancora doveva farsi viva l’Incantatrice aka il Mostro di Fine Livello (vabbeh, ciao), i nostri “eroi” si sono infognati in quella che sino ad allora era rimasta soltanto […]

Read More Film .21: Suicide Squad, David Ayer

Carnet (Marzo 2019)

Idem come prima: un punto esclamativo precede il “best of” dell’elenco. Libri letti: 27. Entro 48 ore, Un’esperienza di downshifting tecnologico – Giovanni Ziccardi 28. Internet, controllo e libertà: trasparenza, sorveglianza e segreto nell’era tecnologica – Giovanni Ziccardi 29. Il libro digitale dei morti: memoria, lutto, eternità e oblio nell’era dei social network – Giovanni […]

Read More Carnet (Marzo 2019)