Sogni .36: Al contrario

Sono in piedi su un marciapiede (nella realtà inesistente) che costeggia la Tangenziale Ovest di Brescia, nel tratto tra l’uscita di via Milano e l’incrocio alla caserma Papa. Aspetto che passi mia madre in auto – ora che ci ripenso, guidava forse la nostra vecchia Renault 5, ma bianca e non grigia – e, nel […]

Read More Sogni .36: Al contrario

Lui / Non ho fame

Non è successo subito. Ma da qualche mese, diciamo sei mesi, quando non sto insieme a lui non ho più fame, o meglio: voglia.Scesa a Roma per Pasqua, ho mangiato regolarmente (pure in quantità eccessive per i miei gusti), ma soprattutto volentieri. Pasti normali: dalle proteine alle vitamine, ecc. Invece ora che son tornata a […]

Read More Lui / Non ho fame

Ciambella “fruttosa”

Su gentilissima richiesta della brava Alessia, che ha da offrire ben più di me culinariamente, vi giro la ricettina della ciambella infornata la scorsa settimana (dopo lunga assenza dal reparto dolci per sconforto).Incredibilmente, m’è venuta bene al primo colpo, pur non avendola mai fatta prima. Con persino un ritocco in corso d’opera (l’orzomalto non era […]

Read More Ciambella “fruttosa”

Sogni .25: Allarme

Ennesima notte nella quale i sogni hanno tonalità d’allarme, mi fanno stare sul chi va là e sull’attenti. Ho in mano un lettore ottico di codice a barre, di quelli che si usano alle casse dei supermercati, che però emette dal visore un rettangolo di luce laser verde.Ci gioco un po’ affascinata, sparo la luce […]

Read More Sogni .25: Allarme

Sogni .24: Disperato-traumatico

Stiamo ristrutturando e rinnovando casa. Si va dalla tinteggiatura (sui toni del blu) alla sostituzione dei lampadari. E’ proprio mentre un operaio sta lavorando a uno di questi che cadiamo in un inatteso blackout.Per qualche ragione che ormai ho obliato me la prendo con mio padre, che a mio avviso mi ha negato la scelta […]

Read More Sogni .24: Disperato-traumatico

Il virus che ti mette il turbo

Piove, ottima cosa: così finalmente mi si lavano i vetri esterni delle finestre – specialmente quella della camera da letto, che dà sugli orti e per la posizione rimane sempre zeppa di insetti morti -, così il lavoro si sbriga da sé senza che io muova un dito. In compenso, va detto per non infangare […]

Read More Il virus che ti mette il turbo