Piccola cronaca di una perdita

Alla fine, mi sono decisa a tentare la carta della cardiologa.Dopo aver chiamato ripetutamente, ed inutilmente, per due settimane il numero del centralino degli ambulatori dove la mia cardiologa di fiducia lavora (riportato identico e non modificato sui relativi siti), nonché quello interno, ho cercato in rete un contatto.Dal momento che il sito dell’Ordine dei […]

Read More Piccola cronaca di una perdita

Levo l’àncora

Ho attraversato l’invisibile ma precisa linea rossa che separa la sostanziale fiducia nelle istituzioni democratiche (apparato amministrativo statale, sistema giudiziario, forze dell’ordine, sistema sanitario e sociale), pur considerate nella loro applicazione ineffabile e disastrata, dall’intima diffidenza nei confronti delle medesime.Se sia un “semplice” ritrarsi da organizzazioni, tutt’ora ed ancora, potenzialmente positive in modo concreto a […]

Read More Levo l’àncora

Giorni di un futuro passato

Non ricordo più come si chiama quel certo osso che collega la spalla allo sterno: acromion, forse?Né distinguo più le ossa dei piedi da quelle delle mani, tutte particolari.Seguono ad una sola lunghezza le nozioni di fisiologia, per esempio il funzionamento dell’asse ipotalamo-ipofisi-surrene.Ma sono solo esempi, appunto, inutile farne un lungo elenco. Mi accorgo dopo […]

Read More Giorni di un futuro passato

Reddito di cittadinanza e stereotipi

Gli stereotipi sul reddito di cittadinanza non aiutano nessuno Francesca Coin – 28 maggio 2021 – su Internazionale C’è una misura in Italia che non gode di buona reputazione: il reddito di cittadinanza, il sostegno introdotto nel 2019 per contrastare la povertà e facilitare il reinserimento lavorativo di chi ne fa domanda. Da varie settimane le […]

Read More Reddito di cittadinanza e stereotipi

A sinistra, il nulla

Articolo di Federico Novella – Tratto da La Verità 3 maggio «Fedez è il nulla. E con il ddl Zan la sinistra confonde i diritti con i suoi de­sideri». Marco Rizzo, segretario del Partito comunista, bombarda senza mezzi termini l’esercito del politicamente corretto…. L’irriducibile comunista: «Al concertone del I° maggio i loghi delle banche e un cantante che […]

Read More A sinistra, il nulla

Diario di lettura .5: Decrescente

I più di voi sanno che sono una sostenitrice della decrescita felice (e del downshifting). A parte uno degli innumerevoli testi di Latouche, però, su questo argomento specifico non avevo ancora letto nulla. Il primo della serie di libri a mia disposizione attualmente, in prestito dalla biblioteca, è di Maurizio Pallante: La decrescita felice: La […]

Read More Diario di lettura .5: Decrescente

Fermenti digitali vivi .1: Sondaggi

Dovrei scrivere un postone per raccontarvi come si deve tutto ciò che sto facendo combinando in quest’ultimo periodo – diciamo da dicembre in qua – di nuovo. Probabilmente, alla fine, tanti dettagli interessanti mi sfuggiranno, anyway io mi lancio.Vi dico subito comunque le parole chiave: soddisfazione. Senso di padronanza. Morte al senso di inutilità da […]

Read More Fermenti digitali vivi .1: Sondaggi

Grandi speranze

Spesso è capitato che su di me si costruissero grandi speranze, mi si considerasse una grande promessa – in genere nell’ambito degli studi, o lavorativo. Sempre tra i primi della classe, sempre considerata portatrice d’una dote intellettiva particolarmente generosa: tutti hanno dato per scontato che, portata per le lingue, tutt’ora le parli fluidamente e possa […]

Read More Grandi speranze

Su al Nord

Sia io sia l’Arrotino siamo personaggi piuttosto particolari; fissati col metodo (a ognuno il proprio), schizzinosi e idiosincratici.Ora che è il turno suo di vivere in terra straniera, tutto questo ribolle come in un calderone da strega.Ho pensato perciò che, in consonanza col suo post su di me, sarebbe stato carino scriverne uno sulle sue […]

Read More Su al Nord