Sogni .31: La fuitina

Era tutto pronto: invitati, prenotazione di ristorante e addobbi vari, abiti da cerimonia trucco e parrucco e via andare. Io e l’Arrotino stavamo per sposarci, e la coreografia della convenzionale cerimonia con l’intero parentado era offerta (cioè pagata) integralmente dai miei genitori, redivivi, ed un paio di altre persone.Già mi chiedevo se a loro sembrasse […]

Read More Sogni .31: La fuitina

Sogni .30: Biancore

Per la seconda volta nelle ultime settimane ho sognato di vivere immersa in un biancore abbacinante – forse i ciechi totali, dopotutto, non vedono davanti a sé uno schermo interamente nero, bensì un bianco lattiginoso?Come nella realtà, ero miope. Sapevo però che qualcuno, per superare ed ovviare al difetto, si privava di occhiali e lenti […]

Read More Sogni .30: Biancore

Sogni .27: L’amore è cieco

Sono a Roma, a casa dell’Arrotino. L’ambiente non è quello reale, sa di appartamento nuovo ancora da arredare ed affittare, e nelle stanze si alternano i toni del bianco e del blu (non alle pareti, ma piuttosto nella luce che vi si diffonde: un blu che vela tutto di tristezza. Forse un blu-separazione, dacché sto […]

Read More Sogni .27: L’amore è cieco

Sogni .18: Ripescaggi

È noto che parte dei nostri sogni notturni sono costruiti attorno ad elementi e fatti accadutici durante il giorno appena trascorso, o quantomeno durante le giornate appena precedenti.Stanotte il meccanismo mi è apparso particolarmente evidente:– iersera stavo leggendo In Patagonia di Bruce Chatwin, nel quale si racconta tra l’altro, a più riprese, delle imprese di […]

Read More Sogni .18: Ripescaggi

Sogni .11: Rational woman

Ieri sera ho visto Irrational man di Woody Allen, scoprendo che ne avevo sbirciato due lunghe sequenze in precedenza – ma senza avere, comunque, il quadro completo della storia né aver stabilito tra le due un collegamento. Scopro anche, oggi, che la vicenda è trasposta da un romanzo di William Barrett, filosofo come il protagonista interpretato […]

Read More Sogni .11: Rational woman

Brama

Da sempre a fasi alterne, l’ultima proprio in questo periodo, mi capita di sognare ripetutamente situazioni in cui – se non arrivo a rubare, sia pure gingilli da nulla e monetine di scarso valore – godo dell’inaspettata fortuna di vincere oggetti, ricevere doni  o potermi rifornire (in spazi organizzati similmente a supermercati, ma più grandi e diversificati) […]

Read More Brama

18 maggio

Eccoci. Si riapre, seppur con cautela. La macchina riparte. La corsa riprende. Io mi sento già rimasta indietro. Non voglio: fermate tutto. Fatemi scendereeee! (。ŏ﹏ŏ) (~_~メ) ó_ò Ho sognato (tra un milione di altre cose) che mi trovavo nel cortile della biblioteca, ultima arrivata di una discreta fila di persone, in attesa della riapertura. Polemizzavo […]

Read More 18 maggio

Sogni / 8

E’ stato diverse settimane fa, ormai, ma ho sognato di vagabondare in una soffitta. Ero insieme ad altre persone, poi la compagnia si è ridotta ad un elemento. Passando attraverso un budello, entravamo in uno spazio meno stretto ma pur sempre angusto, una sorta di caverna dalle pareti irregolari tappezzate di conchiglie. Stavamo esplorando quella […]

Read More Sogni / 8

Propositi da 40ena

Copiandole da questo post, ho selezionato alcune idee per sfruttare la gran massa di tempo libero offertaci dalla quarantena (che vi ricordo, non per fare la Cassandra, NON È DETTO terminerà davvero il 3 aprile…). Per il durante, insomma. Ma c’è anche il dopo, perché non sappiamo con esattezza quando, e con quale rapidità ci […]

Read More Propositi da 40ena

qui, dopo

Ho rivisto Hereafter di Eastwood. Lo vidi al cinema nel 2010, quando uscì – allora era morto da due anni mio fratello, ma non ancora mio padre – e ricordo distintamente il grande impatto che ebbe su di me. Forse fu la prima volta, o una delle prime volte, in cui mi ritrovai a piangere in sala. […]

Read More qui, dopo