Oggi si gioca

Sbircio Marito dalla soglia dello studio, sporgendo solo la testa, e mi chiedo quando se ne accorgerà.Dondola il piede mentre ascolta Logico: gliel’ho girata ieri sera dopo averla incontrata a Don’t forget the lyrics, non la conosceva. Lo trovo bello. Ha una pacatezza naturale. Ho ancora sulla schiena il calore non eccessivo del sole.Siamo stati […]

Read More Oggi si gioca

Lui / Progressione geometrica

Di soprammobili a casa me ne son rimasti pochissimi, li posso contare sulle dita.In salotto, ci sono due mensole occupate da oche ed elefanti.Delle oche ci eravamo già occupati: le abbiamo disposte alternando due gruppi differenti, quelle di mia madre che allungano il collo verso il basso e quelle comprate con mio padre a Cortina, […]

Read More Lui / Progressione geometrica

Nasi

Con un naso si può fare molto, con due nasi addirittura di più.Si può comunicare, ad esempio. Io ho preso in prestito dagli inuit, senza pretese antropologiche di corrispondenza fedele, lo struscio orizzontale tra nasi a mo’ di saluto, di “ti voglio bene”. Lo facevo con mia mamma, ed ora lo faccio con l’Arrotino.Analogo a […]

Read More Nasi

Sogni .31: La fuitina

Era tutto pronto: invitati, prenotazione di ristorante e addobbi vari, abiti da cerimonia trucco e parrucco e via andare. Io e l’Arrotino stavamo per sposarci, e la coreografia della convenzionale cerimonia con l’intero parentado era offerta (cioè pagata) integralmente dai miei genitori, redivivi, ed un paio di altre persone.Già mi chiedevo se a loro sembrasse […]

Read More Sogni .31: La fuitina

Su al Nord

Sia io sia l’Arrotino siamo personaggi piuttosto particolari; fissati col metodo (a ognuno il proprio), schizzinosi e idiosincratici.Ora che è il turno suo di vivere in terra straniera, tutto questo ribolle come in un calderone da strega.Ho pensato perciò che, in consonanza col suo post su di me, sarebbe stato carino scriverne uno sulle sue […]

Read More Su al Nord

Io non ti do il mio amore

Io non ti do il mio amore come fannole altre ragazze, in uno scrigno freddod’argento e perle, né ricco di gemmerosse e turchesi, chiuso, senza chiave;né in un nodo, e nemmeno in un anellolavorato alla moda, con la scritta“semper fidelis”, dove si nascondeun’insidia che ottenebra il cervello.L’Amore a mano aperta, questo solo,senza diademi, chiaro, inoffensivo:come […]

Read More Io non ti do il mio amore

Una cosa sola

Sono giorni in cui ragiono – e anche fantastico – di matrimonio. Un’occupazione stimolante, emozionante ma anche portata avanti con splendida leggerezza. Perché non è su location o liste nozze che rifletto, bensì sulla sostanza dell’essere sposati.Sarò all’altezza? Sono davvero pronta? E soprattutto, cosa significa sposarsi? Ecco, quest’ultima domanda è la più “facile”. Dal punto […]

Read More Una cosa sola

Sogni .14: Disastri e Resurrezioni

Gli ultimi sogni un po’ nutriti e significativi che ho fatto non ho avuto modo di fissarli bene prima che si spandessero e disperdessero nella mente. Ne ricordo però alcuni spezzoni, e soprattutto il tono generale: di inquietudine e nostalgia. Una tranche in questi sogni è sempre occupata da un disastro ferroviario su montagne russe: […]

Read More Sogni .14: Disastri e Resurrezioni

Pan di Spagna

Dopo quasi tre mesi di frequentazione ho finalmente capito “di cosa sa” la voce dell’Arrotino, che mi piace da matti – non sono sinestetica, però ho sempre automaticamente associato le voci delle persone, ed anche il suono delle singole parole, ai sapori che conosco. Ed ecco: la sua sa di Pan di Spagna. Cioè, quando […]

Read More Pan di Spagna

Casa, dolce casa.

Esco per un giro breve in piazza: ricarica del cellulare, ritiro libri acquistati dal cartolaio (attraverso GoodBook, che sostiene le librerie indipendenti), cinque euro di polipetti e pesciolini. Mi godo l’aria fresca nonostante i 30°, mi fermo su una panchina, al ritorno, per recuperare ed arrivata sul pianerottolo faccio due chiacchiere veloci con la vicina: […]

Read More Casa, dolce casa.