Un ricordo ed un invito

A L. Ricordo molto bene quando ti entusiasmasti per l’annuncio di Berlusconi, il quale sosteneva senza pudore che avrebbe sconfitto il cancro entro un brevissimo tempo.Nonostante la tua pessima esperienza con la classe medica, la tua pesante storia personale, la tua intelligenza brillante; l’elemento politico (di schieramento se non di appartenenza, di preferenza per qualunque […]

Read More Un ricordo ed un invito

Super-nostalgia

Ho raccontato una volta di quando feci l’ultima visita, di puro piacere, al minimarket vicino alla nostra vecchia casa – che per certi versi sento, ancora, più mia di quella attuale.Dei ricordi d’infanzia, dello struggimento.Ieri ho vissuto sentimenti analoghi entrando in un supermercato che non mi piace, ma che invece mia mamma preferiva frequentare. Dovendo […]

Read More Super-nostalgia

Tartarughe al tramonto

Mi ricordo le Tartallegre, collezione storica dell’ovetto Kinder.Mi ricordo che un certo anno delle elementari me le portavo appresso ovunque andassi, anche a scuola naturalmente, anche durante le uscite: erano la mia indispensabile compagnia.Mi ricordo appunto d’una uscita accompagnati dal maestro di Storia e Geografia, che ci portò a visitare alcune santelle, cioè edicole votive, […]

Read More Tartarughe al tramonto

Decluttering .17: Il pianoforte bianco

Claudio Rossi Marcelli – Articolo uscito sul numero 1409 di Internazionale I miei genitori se ne sono andati a breve distanza l’uno dall’altro lasciando una casa colma di passato. È facile gestire ciò che mi piace o è di valore, ma non so navigare nella sterminata quantità di ricordi senza valore eppure per me preziosi. Tengo tutto? […]

Read More Decluttering .17: Il pianoforte bianco

Una volta qui era tutta campagna

Una quasi-sera come tante altre, finché, senza neppure attendere la pioggia, è spuntato un grande e persino doppio arc-en-ciel. Era l’ora della cena, che ho rimandato e snobbato fintanto che ne è persistito l’ultimo frammento.Ho sollevato la zanzariera, ‘ché non si possono osservare certe meraviglie velate da una rete; erano circa due anni che non […]

Read More Una volta qui era tutta campagna

Sogni .24: Disperato-traumatico

Stiamo ristrutturando e rinnovando casa. Si va dalla tinteggiatura (sui toni del blu) alla sostituzione dei lampadari. E’ proprio mentre un operaio sta lavorando a uno di questi che cadiamo in un inatteso blackout.Per qualche ragione che ormai ho obliato me la prendo con mio padre, che a mio avviso mi ha negato la scelta […]

Read More Sogni .24: Disperato-traumatico

Luoghi del cuore

No, non quelli del FAI (ma a tal proposito, ne approfitto per ricordare la candidatura del Castello di Brescia). Penso a luoghi molto più minimi, del tutto personali e peculiari; quelli che punteggiano e arredano la storia delle nostre vite.Non solo località amene, magari di villeggiatura, ma anche e soprattutto siti collaterali: dal minimarket di […]

Read More Luoghi del cuore

Cose che avrei voluto fare per te

Cara Mamma, perdonami per tutte le occasioni perse.Sono felice di aver saputo recuperare in corsa un’occasione che poteva diventare anch’essa persa, e restarmi conficcata dentro come una spina ferendomi a ogni movimento: ricordi no?, quando nell’inverno 2018 eri ricoverata per gravi problemi respiratori. Ho temuto seriamente di perderti. E quanto mi sono mangiata le mani […]

Read More Cose che avrei voluto fare per te

Ciao, Matitina.

Mi ricordo di averti comprata molti anni fa, in un grande magazzino di cancelleria all’ingrosso, a Mestre. Mi ricordo di esserci andata insieme a S., scrittrice promettente conosciuta su un sito di fan-fiction. Mi ricordo di aver tradito S., facendo leggere ad una terza persona un suo testo inedito che lei mi aveva espressamente chiesto […]

Read More Ciao, Matitina.